Lo storytelling nel rapporto “arte e impresa”  

Chi si occupa di formazione aziendale e di percorsi di apprendimento sa che la relazione fra arte e impresa non è cosa nuova sotto il sole.

Si potrebbe dire, forzando un po’ la mano, che l’azienda chiami in causa l’arte, puntando all’effetto contrasto, quando sente la necessità di coinvolgere in modo nuovo le proprie persone. Generalmente si parte dalla convinzione che arte e impresa siano due mondi separati e, proprio per questo, capaci di generare un contrappunto, un colpo di scena in grado di “aprire” nuove prospettive.

L’”Arte per il management” ci suggerisce che possiamo pretendere decisamente di più da questo incontro.

Talvolta il colpo di scena ci mette di fronte a un doppio rischio: da una parte quello di generare esperienze poco efficaci o di breve durata, dall’altra esperienze di grande impatto e valore, ma che poi le persone difficilmente riescono a tradurre all’interno del proprio mondo professionale. Esiste un dispositivo che consente di mettere a sistema il rapporto arte e impresa: questo strumento è rappresentato dalla narrazione e dalle tecniche del racconto applicate al dialogo fra arte e impresa per rispondere a quotidiani bisogni formativi e di crescita professionale.

Si apre, quindi, una nuova dimensione in cui lo storytelling entra nei rapporti tra arte e formazione, determinando tre vantaggi fondamentali:

♦ facilitazione dell’incontro;

♦ governabilità dei processi che si possono generare da questo incontro;

♦ accelerazione dei risultati che si sono posti come premessa di questo incontro.

La narrazione, allora, diventa uno degli strumenti più innovativi ed efficaci in tema di governance dei processi di coinvolgimento, trasformazione e creazione di senso per almeno due motivi:

⇒ maggior controllo dei processi

⇒ maggior consapevolezza dei risultati ottenuti

Lo storytelling può quindi aiutare a capire meglio le potenzialità del rapporto arte e impresa, facendo dell’arte un dispositivo di apprendimento e, soprattutto, facilitando la gestione dei processi necessari alla crescita, al consolidamento e all’orientamento di questa nuova dimensione formativa.

Presto saremo di nuovo on line con un nuovo focus.

Buona lettura!